Corona di Maria Rosa Mistica, ai Sette Arcangeli.

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

O Dio vieni a salvarmi con i tuoi angeli, Signore vieni presto in mio aiuto.

Per la Croce: Credo in Dio, Padre onnipotente, Creatore del cielo e della terra. E in Gesù Cristo, Suo Figlio unigenito, Signore nostro; il quale fu concepito di Spirito Santo, nato dalla vergine Maria; soffrì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò dai morti; ascese al cielo; siede alla destra di Dio Padre onnipotente; da dove verrà per giudicare i vivi ed i morti. Credo nello Spirito Santo; la santa Chiesa Cattolica; la comunione dei santi; la remissione dei peccati; la risurrezione della carne; la vita eterna. Amen.

Padre Nostro. Per i primi tre grani bianchi: Ave Maria – per ottenere più fede Ave Maria – per ottenere più speranza Ave Maria – per ottenere più carità.

Primo grano: O Santo Arcangelo MICHELE, “Chi è come Dio?”, guidaci nell’umiltà per combattere il demone della superbia, affinché noi diventiamo a somiglianza di Gesù eucaristico, umile e mite di cuore, per appartenere alla sua dinastia regale. Amen.

Sui sette grani (ripetere 7 volte): O Maria, Regina degli Angeli, intercedi per noi presso il Signore, per preparare la Sua Venuta Maestosa con i Suoi figli devoti, segnati dal sigillo regale dello Spirito Santo, tuo Sposo divino. Amen.

Secondo grano: O Santo Arcangelo GABRIELE, “Potenza di Dio”, insegnaci a dare con generosità per combattere il demone dell’avidità, affinché noi diventiamo a somiglianza di Gesù, donatore di vita eterna, per appartenere alla sua dinastia regale. Amen.

Sui sette grani (ripetere 7 volte): O Maria, Regina degli Angeli, intercedi per noi presso il Signore, per preparare la Sua Venuta Maestosa con i Suoi figli devoti, segnati dal sigillo regale dello Spirito Santo, tuo Sposo divino. Amen.

Terzo grano: O Santo Arcangelo RAFFAELE, “Medicina di Dio”, guariscici da tutte le malattie e da tutti i peccati di impurità per combattere il demone della lussuria, affinché noi diventiamo a somiglianza di Gesù, santo e puro di cuore, per appartenere alla sua dinastia regale. Amen.

Sui sette grani (ripetere 7 volte):O Maria, Regina degli Angeli, intercedi per noi presso il Signore, per preparare la Sua Venuta Maestosa con i Suoi figli devoti, segnati dal sigillo regale dello Spirito Santo, tuo Sposo divino. Amen.

Quarto grano: O Santo Arcangelo URIELE, “Fuoco di Dio”, insegnaci ad essere pazienti per combattere il demone dell’ira, affinché noi diventiamo a somiglianza di Gesù, agnello paziente, per appartenere alla sua dinastia regale. Amen.

Sui sette grani (ripetere 7 volte): O Maria, Regina degli Angeli, intercedi per noi presso il Signore, per preparare la Sua Venuta Maestosa con i Suoi figli devoti, segnati dal sigillo regale dello Spirito Santo, tuo Sposo divino. Amen.

Quinto grano: O Santo Arcangelo GEUDIELE, “Lode a Dio”, guidaci nell’accettare i decreti divini per combattere il demone dell’invidia, affinché noi diventiamo a somiglianza di Gesù, esecutore perfetto dei decreti del Padre, per appartenere alla sua dinastia regale. Amen.

Sui sette grani (ripetere 7 volte): O Maria, Regina degli Angeli, intercedi per noi presso il Signore, per preparare la Sua Venuta Maestosa con i Suoi figli devoti, segnati dal sigillo regale dello Spirito Santo, tuo Sposo divino. Amen.

Sesto grano: O Santo Arcangelo SEALTIELE, “Preghiera a Dio”, insegnaci ad essere temperanti per combattere il demone della gola, affinché noi diventiamo a somiglianza di Gesù, perfetto in ogni azione, per appartenere alla sua dinastia regale. Amen.

Sui sette grani (ripetere 7 volte): O Maria, Regina degli Angeli, intercedi per noi presso il Signore, per preparare la Sua Venuta Maestosa con i Suoi figli devoti, segnati dal sigillo regale dello Spirito Santo, tuo Sposo divino. Amen.

Settimo grano: O Santo Arcangelo BARACHIELE, “Benedizione di Dio”, guidaci nello zelo per il Signore, per combattere il demone dell’accidia, affinché noi diventiamo a somiglianza di Gesù, impegnato nel fare la volontà del Padre, per appartenere alla sua dinastia regale. Amen.

Sui sette grani (ripetere 7 volte): O Maria, Regina degli Angeli, intercedi per noi presso il Signore, per preparare la Sua Venuta Maestosa con i Suoi figli devoti, segnati dal sigillo regale dello Spirito Santo, tuo Sposo divino. Amen.

PREGHIAMO: O Signore Onnipotente, che ti manifesti umilmente nella Santa Eucaristia, per intercessione di Maria Santissima, Rosa Mistica e dei tuoi sette Arcangeli che giorno e notte ti lodano presso il Tuo Trono Santo, ti preghiamo concedici le tue sette sante virtù cristiane per essere fortificati nell’anima con l’unzione regale, di modo che possiamo sconfiggere tutte le cause dei nostri mali e garantirci sempre la tua divina provvidenza ora e sempre. Amen.

PROMESSE.

  1. La prima promessa:
    – Chi pregherà la Corona Angelica si salverà da ogni castigo ed eviterà la prima morte durante il tempo del settimo sigillo dell’Apocalisse;
    deve aver chiaro che i castighi sono quelli indicati dal libro dell’Apocalisse che riguardano sia i buoni e i cattivi, ma alcuni buoni che hanno una maggiore fede, ovvero gli eletti, saranno preservati da tutti i castighi compreso quello che è sorto dal peccato originale, cioè la prima morte, che si trasformerà dopo una lunghissima vita in un dolce sonno.
  2. La seconda promessa :
     Chi pregherà la Corona Angelica sarà annoverato tra quelli che si salveranno con il sollevamento degli eletti;
    si comprende alla luce della seconda lettera di San Paolo ai Tessalonicesi, quando il Signore spiega come salverà gli eletti. Detto in modo più semplice gli angeli riconosceranno gli eletti. Quando vedranno come segno distintivo la corona angelica di Dio e di Maria Rosa Mistica segno della corona spirituale della vera devozione a Dio. Nel momento cruciale del castigo maggiore gli eletti saranno sollevati dagli angeli e portati in posti sicuri in modo dolce e sicuro.
  3. La terza promessa:
    –  Chi pregherà la Corona Angelica vedrà Gesù Risorto venire dalle nubi;
    la si deve interpretare alla luce del Vangelo, perché la venuta di Gesù nel mondo per giudicare i vivi e i morti non avviene fuori dal tempo, ma dentro il tempo in un momento preciso della storia dell’uomo e ad una determinata generazione.
  4. La quarta promessa:
    – Chi pregherà la Corona Angelica avrà una speciale protezione dai sette arcangeli sia prima che durante il tempo dell’Apocalisse;
    è dedicata per coloro che hanno una fede debole, fiaccata dalla modernità che mette tutto in dubbio, persino del fatto che siamo figli di Dio. A molti sta bene essere figli di una scimmia. Ma molti si dimenticano che il diavolo è una “scimmia Dei”, cioè uno che scimmiotta Dio, come la scimmia che sembra un essere umano, ma non lo è. Così il diavolo è contento che gli uomini pensino di essere figli di una scimmia. Tanto anche lui in qualche modo lo è pure nei confronti di Dio!
  5. La quinta promessa:
    – Chi pregherà la Corona Angelica contribuirà a cacciare dalla terra ogni specie di demonio della terra, dell’acqua, del fuoco, dell’aria e del sottosuolo;
    molti pensano che il Diavolo non esista o che al massimo stia sempre nell’Inferno e non dia fastidio agli uomini e alle cose. Ma non è così e la vita dei santi ha sempre dimostrato il contrario. Per questo motivo il Signore da un’arma formidabile per sconfiggere ogni tipo di demonio con la corona angelica  di Dio e di Maria Rosa Mistica. Il demonio scappa terrorizzato alla vista di questa celeste corona, perché basta sgranarla un po’ e già l’arcangelo Michele e gli altri arcangeli lo fanno fuggire con la coda tra le gambe. Fate la prova e vedrete che scena vi si presenterà davanti agli occhi!
  6. La sesta promessa:
    – Chi pregherà la Corona Angelica farà parte degli abitanti della Gerusalemme celeste che scenderà su Dozulé;
    A Dozulé la Croce Gloriosa si farà, non sarà la Chiesa che è diventata sorda ai richiami di Dio, ma sarà fatta da Dio stesso che manifesterà in tal modo la sua potenza a coloro che non hanno voluto credere alla veggente Madeleine Aumont e a J.N.S.R.
  7. La settima promessa:
    – Chi pregherà la Corona Angelica non perderà mai la fede in Cristo e nella Chiesa Cattolica;
    molti ormai pensano che Gesù non verrà per questa generazione, forse, pensano, verrà dopo il secondo millennio, nel terzo millennio. Non lo dicono, ma lo pensano, per giustificare il loro lassismo e la loro poca fede. Ma il Signore, a chi lo chiederà, verrà incontro alla loro debolezza. “Signore, aumenta in noi la fede,” dicevano gli apostoli, così anche noi lo dobbiamo dire pregando con intensità.
  8. L’ottava promessa:
    – Chi pregherà la Corona Angelica farà uscire dal Purgatorio 21 parenti per far loro godere le gioie del Paradiso;
  9. La nona promessa:
    –  Chi pregherà la Corona Angelica toglierà dalle mani del demonio 21 parenti legati dal vizio, dall’ateismo e dalla miscredenza; 
    alla base della nostra poca fede e della mancanza assoluta di fede vi sta sempre il diavolo che con il fumo delle parole condite dalla sapienza di questo mondo annebbia tutti i sensi interiori che riconoscono in Dio il loro Signore. La corona angelica farà luce dove vi sono le tenebre di molti nostri familiari.
  10. Nella decima promessa:
    – Chi pregherà la Corona Angelica aiuterà il Signore e gli angeli a salvare i giusti di altre religioni;
    le false religioni sono state create dal Diavolo per confondere i credenti. E’ inutile il dialogo con le altre religioni. Il Signore mi ha spiegato che solo il dialogo con le altre religioni è un parziale riconoscimento della loro presunta verità religiosa e un disconoscimento della vera religione che è quella cristiana. Il dialogo con le altre religioni è un peccato di religione! Non bisogna dialogare con gli altri credenti, ma occorre, come Gesù ha detto, evangelizzare. Poveri missionari, sono diventati tutti dei professori di storia delle religioni che dialogano con altri credenti come se parlassero di filosofia e non del sacro vangelo di Gesù, morto in croce per noi e risorto per glorificare la verità della sua Parola che salva!
  11. L’undicesima promessa:
    –  Chi pregherà la Corona Angelica aiuterà il Signore e gli angeli a rinnovare la faccia della terra;
    solo con la preghiera aiutiamo il Signore a cambiare il mondo. Non con i dialoghi o peggio con le chiacchiere  dei vari sinodi o consigli pastorali, ma con i gruppi di preghiera, con le famiglie che pregano riunite davanti al Crocifisso. Solo così si aiuta il Signore e i suoi angeli.
  12. La dodicesima promessa:
    – Chi pregherà la Corona Angelica riceverà tutti i doni della Seconda Pentecoste;
    molti ancora non conoscono la propria missione e prima ancora la propria dignità nobiliare, se hanno una qualche devozione a Gesù, Re dei Re e alla Madonna, Regina del Cielo e della Terra.
  13. La tredicesima promessa:
    – Chi pregherà la Corona Angelica riceverà dalle mani della Madonna, Rosa Mistica, la corona con su scritto il proprio titolo nobiliare;
  14. La quattordicesima promessa:
    – Chi pregherà la Corona Angelica riceverà oltre alla protezione dell’angelo custode quello dei sette arcangeli dell’Apocalisse;
  15. Quindicesima promessa:
    – Chi pregherà la Corona Angelica con fede e amore verrà guarito dai propri mali e avrà la grazia di guarigione anche per coloro che vorrà:
    anche le malattie provengono dal demonio, che cerca di ogni modo di farci disperare. Di farci credere che Dio in fondo non esista e che il male fisico e il male spirituale provengono dal caso o, addirittura da noi stessi. Il Vangelo parla chiaramente. Gesù allontanava i demoni e guariva ogni tipo di malattia. Chi non vuole crederci peggio per lui, perché non conoscerà mai la vera guarigione.
  16. Sedicesima promessa:
    – Chi pregherà la Corona Angelica proteggerà la propria casa, le persone che l’abitano e i propri beni non verranno sottratti da nessuno;
    ma per crederci occorre una fede speciale che viene solo da Dio con la preghiera e la lettura delle Sacre Scritture.
  17. Diciassettesima promessa:
    – Chi pregherà la Corona Angelica riceverà speciali rivelazioni per comprendere la Bibbia e gli ultimi avvenimenti per non confondersi e non farsi prendere dalla paura;
    prima di leggere la Parola di Dio occorre invocare i sette arcangeli che spiegheranno al nostro spirito la verità che prima non avevamo mai conosciuto, perché i nostri occhi spirituali erano accecati dallo spirito del mondo.
  18. Diciottesima promessa:
    – Chi pregherà la Corona Angelica potrà salire sulla mistica scala e conoscere i segreti dell’Al di là;
  19. La diciannovesima promessa:
    –  Chi pregherà la Corona Angelica diventerà amico degli Angeli e degli Arcangeli e vedrà  chi sono i suoi santi patroni;
  20. La ventesima promessa:
    – Chi farà conoscere la Corona Angelica sarà annoverato nel LIBRO D’ORO DELLA VITA con titolo nobiliare speciale;
  21. Ventunesima promessa:
    – Chi diffonderà la Corona Angelica presso altre nazioni riceverà un posto speciale nella GERUSALEMME CELESTE  tra gli eletti e i nuovi Re della terra rinnovata.

Coroncina alla Vergine della Riconciliazione.

In principio si dice il Credo, un Pater, un Ave, un Gloria.

Sui grani del Pater si dice:

O Vergine della Riconciliazione ascoltaci, ed intercedi in Cielo per noi, presso il Redentore: per donarci grazie di guarigione e di liberazione.

Sui grani dell’Ave si dice:

O Maria nostra Consolatrice, riempici del Tuo Materno Amore, e guidaci sulla Via del Tuo Immacolato Cuore.

Il Messaggio dell’Arcangelo e Custode di Mario Barachiel:

“Sia lode alla SS. Trinità. Dio Regna. Dio Ama. Dio Salva. Quest’oggi per Volontà Divina ti dono un potente strumento di grazie e conversioni, di liberazioni e guarigioni. In onore della Vergine della Riconciliazione e per domandare grazie al Suo Cuore, pregherai questa Coroncina in onore dell’Apparizione della Tutta Santa. Usando una comune corona del Rosario invocherai Nostra Signora così: Sui grani del Pater dirai: O Vergine della Riconciliazione ascoltaci, ed intercedi in Cielo per noi, presso il Redentore: per donarci grazie di guarigione e di liberazione. Sui grani dell’Ave dirai: O Maria nostra Consolatrice, riempici del Tuo Materno Amore, e guidaci sulla Via del Tuo Immacolato Cuore. Si riceveranno infinite grazie e aiuti dalla Madonna, il Fiore più bello del Paradiso. E’ un grande dono per il Piccolo Gregge dei Sacri Cuori. Onorate, onorate Maria SS. quale Vergine della Riconciliazione, con questa Coroncina, venerando la Sua Immagine e la Sua Statua, ed invocandoLa sempre, ogni giorno di più, diffondendo Messaggi ed Immaginette. Donatevi a Lei. Offrite i vostri cuori a Lei. Lei vi esaudirà quale grande Mediatrice di tutte le grazie. E’ una grande Apparizione questa di Brindisi, da valorizzare e amare. Sono con te e ti benedico”.

L’Arcangelo vestiva una veste verde acqua e aveva tanti fiori vicino ai piedi.

Nuove Preghiere Rivelate.

Preghiera a San Giuseppe, rivelata a Mario, il 19 marzo 2020.

“O Sposo della Vergine di Nazareth, San Giuseppe Uomo giusto e casto, la cui protezione é potente presso il Bambin Gesù, mi affido alla Tua custodia ed intercessione. Con la tua mediazione assistimi e ottienimi dal Salvatore ogni grazia e consolazione, poiché Gesù a Te ascolta sempre ed esaudisce. Aumenta la nostra Devozione alla Madre del Verbo e conducici al Cielo per l’eterna felicità, che sgorga dall’altare del Padre. San Giuseppe fa che ti onori con la pia pratica del Sacro Manto. Amen”.

Preghiera a S. Giovanna D’arco, rivelata a Mario il 30 maggio 2020.

“Santa Giovanna D’Arco vergine e martire dell’Agnello Divino, sostienici nella Battaglia contro il Malefico e le sue lusinghe, affinché vinca il Piccolo Gregge rimasto fedele a Cristo Nostro Re ed unico Salvatore del mondo. Rendici forti nella Battaglia contro Satana. Tu che obbedisti alle Voci Celesti aiutaci ad ascoltare le Divine Esortazioni del Regno dello Spirito Santo, la Corte Celeste, che parla oggi come ieri. Amen”.

Preghiera alla Vergine della Pietà, rivelata a Mario il 15 settembre 2020.

“O Madre Pietosa a Te mi rivolgo affinché Tu asciughi il mio pianto nel giorno della sventura e dell’abbandono, mostrandomi il Volto dell’Amato Gesù che hai in braccio presso la Croce Vittoriosa e Luminosa. Insegnami a contemplare la Passione del Verbo Eterno per adorare le Sue Piaghe di Liberazione e il Suo Sangue di Purificazione. Guarda alle mie sofferenze e fammi grazia di viverle con Te, Signora dei 7 Dolori, associandomi al Mistero della Salvezza per l’avvento del Regno Eucaristico in Terra. Amen”.

Preghiera alla Croce della Redenzione, rivelata a Mario, 14 settembre 2018.

“Ti adoro profondamente o Croce della Redenzione, Croce di Perdono, di Amore e di Riconciliazione, in unione all’Addolorata Madre, agli Angeli ed ai Santi qui presenti. Ti invoco, o Albero di Vita e Segno di Trionfo sul Male, per la liberazione da ogni mio tormento. O Croce del Santo di Israele, indondami dei Tuoi Raggi di Luce, Raggi di Grazia e di Speranza, Raggi di Redenzione e di Misericordia. Tu fosti ornata dl Corpo del Signore e ricoperta del Suo Sangue Prezioso, perciò Ti esalto e Ti adoro. Croce Santa, a Te lode perenne, eterna supplica e magnificenza. Fa che in Nome Tuo e per il Tuo potere, io sia liberato da ogni pericolo fisico e spirituale, e custodito nel Divin Cuore di Cristo Re. Amen”.

Preghiera a San Pio (rivelata dal Santo a Mario il 23 settembre 2018)

O San Pio da Pietralcina, umile servo della Croce, Tu che hai partecipato ai dolori del Crocifisso,
aiutami a portare la mia croce con spirito di rassegnazione e di amore al Redentore. San Pio da Pietralcina, dammi forza e invoca su di me la benedizione del Padre Altissimo e della Madre SS. Fa’ che non percorra mai la via della perdizione e che possa lottare contro le seduzioni del mondo. Fammi restare alla presenza del Sommo Bene. Donami la ferma volontà di percorrere la via delle sante virtù cristiane, ora e sempre. Amen.

Preghiera a Santa Teresa del Bambin Gesù (rivelata dalla Santa a Mario l’1 ottobre 2019)

Santa Teresa, umile serva del Bambin Gesù e adoratrice del Volto Santo, mi affido a Te. Ti chiedo la grazia della guarigione fisica e spirituale e l’ardente desiderio di servire il Dio Vivente, abbandonandomi alla Sua Suprema Volontà. Fammi vivere l’infanzia spirituale sentendoTi vicina e fa’ che canti le lodi alla Vergine Purissima, Nostra Avvocata per rinascere nello Spirito Santo. Santa Teresa del Bambin Gesù e del Volto Santo, aiutami a restare nella pace dell’Agnello Divino e ad aiutare chi soffre per le missioni. Coprimi con la Tua pioggia di petali di rosa, le Tue grazie d’intercessione presso il Verbo. Amen.

Preghiera alla Madonna del Carmelo (rivelata dalla Madonna a Mario il 16 luglio 2018)

O Vergine potentissima del Carmelo, mia Regina e Madre Purissima, Ti benedico e Ti ringrazio perché mi riveli il Tuo Amore e mi liberi da ogni pericolo e da ogni attacco del demonio. Proteggimi, durante tutta la mia esistenza terrena, liberami dagli idoli. Fa’ che Ti onori sempre e che possa essere condotto in Paradiso per la definitiva unione col Padre. Vergine del Monte Carmelo, porta in Cielo le anime del Purgatorio che Ti venerarono in vita. Tu sei Potentissima,
mi metto nelle Tue mani immacolate, certo che sarò al sicuro. Amen.

Preghiera alla Vergine di Fatima (rivelata dalla Madonna a Mario il 13 maggio 2018)

O Vergine di Fatima, Regina del Rosario, che mostrasTi ai pastorelli il Tuo Cuore di Madre circondato di spine, domandando penitenze e riparazioni, e promettendo la grazia della Tua mediazione materna e la conversione del mondo intero col Tuo trionfo immacolato; fa’ che, seguendo il desiderio del Sacro Cuore di Gesù, possiamo perseverare nell’offrirTi preghiere e sacrifici, onorandoTi, ogni primo sabato del mese, e pregando, ogni giorno, il Tuo Amatissimo Rosario. Amen.

Preghiere di Consacrazione ai Sacri Cuori.

Preghiera di Consacrazione alla Vergine della Riconciliazione (Rivelata da Maria SS., il cinque aprile 2010)

“Bimbo Mio, prega e consacrati così al Mio Cuore Immacolato e grandi grazie riceverai per la Mia gloriosa intercessione di Madre. Dì ai Miei figli di invocare il Mio aiuto celeste così:

O Vergine della Riconciliazione, Regina della Speranza, soccorrici. Abbiamo bisogno del Tuo aiuto di Madre perché peccatori. Il Tuo Cuore è Addolorato e gronda sangue, per la nostra lontananza da Dio e dal Suo Vangelo di Vita, per la mancanza di carità e misericordia. Abbiamo dimenticato il Sangue che il Tuo Unico Figlio versò per noi, affinché avessimo la salvezza. Facci capire che l’amore vince ogni male e che la Croce non si calpesta. Accoglici sotto il Tuo materno manto e sostieni i nostri passi lungo la via dell’unione con Dio, così non ci perderemo nella notte del peccato. Al Tuo Immacolato Cuore ci affidiamo e per sempre consacriamo, per seguire Tuo Figlio Gesù nella grazia del Divino Spirito, a gloria ed onore dell’Altissimo Padre D’Amore. Amen.”

Preghiera di Consacrazione al Cuore di Gesù (Rivelata da Maria SS. il sedici ottobre 2009)

Figli Miei, d’ora innanzi pregherete Mio Figlio Gesù con tale Preghiera di Consacrazione al Suo Cuore Divino:

Cuore Santissimo di Gesù, Fonte Viva di misericordia e amore, a Te ci offriamo e consacriamo per vivere nella grazia il Vangelo di Vita e di Salvezza. Brucia con la fiamma della Tua carità ogni odio e impurità, affinché possiamo soltanto amare e vivere nella santità. Ti supplichiamo, o Cuore Misericordioso, fa che, attraverso di Te, svanisca l’orgoglio e la superbia per essere Tuoi fedeli servi. Ti supplichiamo, o Divin Cuore di Cristo, non lasciarci mai ma illuminaci col Tuo Santo Spirito. Accresci in noi la fede, la speranza, la carità e vieni ad abitare nei Tuoi figli, facendo di noi Tue dimore. Amen.

Amate il Cuore di Mio Figlio e pregate incessantemente per la salvezza del mondo“.

 

Le Coroncine chieste dal Cielo.

Devozione alle Piaghe di Gesù.

10959449_850151958384763_5418829755797683904_n

Sovente Nostro Signore e la Beata Madre hanno domandato di pregare e praticare la devozione alle Piaghe di Cristo come potente strumento di meditazione sulla dolorosa Passione dell’Amabile Redentore, ricordandoci che per le Sue piaghe fummo guariti“. Cristo domanda di pregare con ardore e fede, in modo particolare, la Corona delle Sante Piaghe per sconfiggere il male nell’umanità e per il ritorno all’Ovile Santo di coloro che si sono allontanati. La Corona fu rivelata, da Cristo stesso, alla Venerabile Suor Maria Marta di Chambon e durante le Apparizioni Celesti in Contrada Santa Teresa a Brindisi viene chiesta dai Santissimi Cuori Uniti di Gesù e Maria. In tal modo Gesù ci porta alla contemplazione della Sua Dolorosa Passione mediante le Sue Santissime Piaghe gloriose e luminose, invitandoci ad immergerci in Esse per uscirne rinvigoriti nella fede e nell’amore fraterno. Dobbiamo venerare costantemente le Sue Piaghe. I Sacri Cuori di Gesù e Maria hanno domandato la venerazione delle Sante Piaghe di Cristo come rimedio al male dilagante e imperante. San Pietro Apostolo afferma che Egli portò i nostri peccati nel suo corpo sul legno della croce, perché non vivendo più per il peccato, vivessimo per la giustizia; dalle le sue piaghe siete stati guariti. Eravate erranti come pecore, ma ora siete tornati al pastore e guardiano delle vostre anime” (1Pt 2, 24-25).

A coloro che pregano la Corona delle Sante Piaghe di Cristo, sono concesse numerose grazie, secondo le promesse fatte dal Salvatore Gesù. Essa va recitata utilizzando una comune Corona del Rosario.

Ecco la preghiera della Corona, così come viene recitata al Giardino Benedetto:

Nel Nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo. Amen.
– O Dio vieni a salvarmi.
– Signore vieni presto in mio aiuto.
– Gloria al Padre……
– Credo…..

INVOCAZIONI

1- O Gesù Divin Redentore, abbi misericordia di noi e del mondo intero. Amen.
2-Dio Santo, Dio Forte, Dio Immortale, abbi pietà di noi e del mondo intero. Amen.
3-O Gesù, per mezzo del Tuo Sangue Preziosissimo, donaci grazia e
misericordia nei pericoli presenti. Amen.
4-O Padre Santo per il Sangue di Gesù Cristo, Tuo Unico Figlio, Ti
scongiuriamo di usarci misericordia. Amen. Amen. Amen.

Sui grani del Padre Nostro si prega:

Eterno Padre, Ti offro le Piaghe di Nostro Signore Gesù Cristo,
per guarire quelle delle anime nostre.

Sui grani dell’Ave Maria si prega:

Gesù mio, perdono e misericordia per i meriti delle Tue Sante Piaghe.

Terminata la recita della Corona, si ripete per tre volte:

Eterno Padre, Ti offro le Piaghe di Nostro Signore Gesù Cristo per guarire quelle delle anime nostre.

Dal messaggi di Nostro Signore Gesù Cristo e della Vergine Maria del 28 Febbraio 2011, in merito alla devozione alle Divine Piaghe del Signore:

Adora le Mie Divine Piaghe, e chiedi perdono per le innumerevoli colpe degli uomini, Miei persecutori, a motivo del peccato. Dirai ai tuoi fratelli, che Io, il Signore, desidero che le Mie Piaghe siano pregate con speciale ardore. Figlio Mio, domando che le Mie Sante Piaghe siano pregate e venerate, invocando così la Divina ed Eterna Misericordia, sul genere umano sempre più lontano dal Mio Vangelo di Vita. Mi sia offerta, con fervente devozione, la Corona delle Mie Sante Piaghe aperte e sanguinanti, per redimere le anime dal peccato. Adoperati, affinché tale devozione sia diffusa e accolta”.

La Madre Celeste disse:

Siano invocate e meditate le Divine Piaghe del Mio Divin Figlio Gesù. Mio Figlio ha domandato che tale devozione sia diffusa e conosciuta. E’ la devozione che porterà luce in mezzo alle tenebre, diffuse nel mondo. Coloro i quali pregheranno e si immergeranno spiritualmente nelle Piaghe dell’Agnello Immolato, riceveranno la forza per sfuggire alle insidie del Maligno, saranno bagnati dal Preziosissimo Sangue di Cristo, vinceranno le opere del mondo con le loro seduzioni e trionferanno sull’azione nefasta dell’Anticristo”.

Nostro Signore Gesù Cristo si è così espresso ed ha fatto queste promesse a Suor Maria Marta di Chambon in merito alla recita devota della Corona delle Sante Piaghe:

Io accorderò tutto ciò che Mi si domanda con l’invocazione delle Mie Sante Piaghe. Bisogna spargerne la devozione.

  • 1)In verità questa Preghiera non è della terra, ma del Cielo e può ottenere tutto.

  • 2)Le Mie Sante Piaghe sostengono il mondo… ChiediMi di amarLe costantemente, perché Esse sono sorgente di ogni grazia. Bisogna invocarLe spesso, attirarvi il prossimo ed imprimerNe la devozione nelle anime”.

  • 3)Quando avete delle pene da soffrire, portatele prontamente nelle Mie Piaghe e saranno addolcite.

  • 4)Bisogna ripetere spesso vicino agli ammalati: ‘Gesù mio, perdono, ecc.’ Questa preghiera solleverà l’anima e il corpo.

  • 5)E il peccatore che dirà: ‘Eterno Padre, Vi offro le Piaghe, ecc…” otterrà la conversione. Le Mie Piaghe ripareranno le vostre.

  • Non vi sarà morte per l’anima che spirerà nelle Mie Piaghe. Esse danno la vera vita.

  • 6)A ogni parola, che pronunciate della Corona della Misericordia, Io lascio cadere una goccia del Mio Sangue sull’anima di un peccatore.

  • 7)L’anima, che avrà onorato le Mie Sante Piaghe e Le avrà offerte all’Eterno Padre per le anime del Purgatorio, sarà accompagnata in morte dalla Santissima Vergine e dagli Angeli ed Io, risplendente di gloria, la riceverò per incoronarla.

  • 8)Le Sante Piaghe sono il Tesoro dei tesori per le anime del Purgatorio.

  • 9)La devozione alle Mie Piaghe è il rimedio per questo tempo di iniquità.

  • 10)Dalle Mie Piaghe escono i frutti di Santità. MeditandoLe ,vi troverete sempre nuovo alimento di amore.

  • 11)Figlia mia, se immergi le tue azioni nelle Mie Sante Piaghe acquisteranno valore; le vostre minime azioni, ricoperte del Mio Sangue, appagheranno il Mio Cuore”.

Preghiera per domandare una grazia

Dilettissimo Signore mio Gesù Cristo, mansueto Agnello di Dio, io povero peccatore Ti adoro e considero la dolorosissima piaga della Tua spalla aperta dalla pesante croce che hai portato per me. Ti ringrazio del Tuo immenso dono d’Amore per la Redenzione e spero le grazie che Tu hai promesso a co­loro che contemplano la Tua Passione e l’atroce piaga della Tua Spalla. Gesù, mio Salvatore, incoraggiato da Te a chiedere quello che desidero, Ti chiedo il dono del Tuo Santo Spiri­to per me, per tutta la Tua Chiesa, e la grazia (chiedere la grazia che si desidera); fa che sia tutto per la Tua gloria e il mio maggior bene secondo il Cuore del Padre. Amen.

(Tre Pater, tre Ave, tre Gloria)

Devozione alle Lacrime di Maria SS.

10805824_798654290201197_3667045400307674502_n

La devozione alle Lacrime della Santa Madre, viene praticata nel Giardino Benedetto ogni 4 del mese, durante la veglia in onore della Vergine Maria. Viene pregata in memoria delle Trasudazioni e Lacrimazioni di sangue del 5 e del 6 Marzo 2011. Ripetutamente la Madonna ha pianto dalle sue immagini o è apparsa nell’atto di piangere. Si possono ricordare, al riguardo, il miracolo della Madonna delle Lacrime di Treviglio, a Pietralba ( Bz), le Apparizioni della Madonna piangente a Santa Caterina Lebourè (1830), ai pastorelli de La Salette (1846), nel 1953 la lacrimazione del quadro di Siracusa .  Fu, però, l’apparizione alla suora brasiliana Amalia di Gesù Flagellato, missionaria del Divin Crocifisso ( ordine fondato da Mons.Code D. Francisco del Campos Barreto, Vescovo di Campinas San Paolo, Brasile) che diede origine ad una devozione speciale alle lacrime verginali: La  Corona delle Lacrime della Madonna.

Origine della Corona delle Lacrime di Maria SS.

L’8 Novembre 1929, infatti, mentre pregava offrendo sé stessa per salvare la vita di una sua parente gravemente ammalata, la suora udì una voce: Se vuoi ottenere questa grazia, domandala per le Lacrime di Mia Madre. Tutto ciò che gli uomini mi domandano per quelle Lacrime sono obbligato a concederlo”. Avendo la suora domandato con quale formula dovesse pregare, le indicò l’invocazione: O Gesù, esaudisci le nostre suppliche e le nostre domande. Per amore delle Lacrime della Tua Santa Madre”. Gesù le promise, inoltre, che Maria Santissima avrebbe affidato al suo Istituto questo tesoro della devozione alle Sue Lacrime. L’8 Marzo 1930, mentre stava inginocchiata davanti all’altare, si sentì come sollevata e vide una Signora di meravigliosa bellezza: le Sue vesti erano color viola, un manto celeste Le pendeva dalle spalle ed un velo bianco Le copriva il capo. La Madonna, sorridendo amabilmente, consegnò alla suora una corona i cui grani, bianchi come la neve, brillavano come il sole. La Vergine le disse:

Ecco la Corona delle Mie Lacrime. Il Mio Figlio l’affida al tuo Istituto come una porzione d’eredità. Egli ti ha già rivelato le Mie invocazioni. Egli vuole che Mi si onori in modo speciale con questa Preghiera ed Egli accorderà a tutti quelli che reciteranno questa Corona e Lo pregheranno in nome delle Mie Lacrime, grandi grazie. Questa Corona servirà ad ottenere la conversione di molti peccatori e in modo particolare quella dei seguaci dello spiritismo. Al vostro Istituto sarà riservato il grande onore di ricondurre in seno alla Santa Chiesa e di convertire un gran numero di appartenenti a questa setta nefasta. Il demonio sarà vinto con questa Corona e il suo impero infernale sarà distrutto”.

La Corona fu approvata dal Vescovo di Campinas che, anzi, autorizzò la celebrazione nell’Istituto della Festa di Nostra Signora delle Lacrime, il 20 Febbraio.

Corona delle Lacrime, così come si prega al Giardino Benedetto:

La Corona è composta di 49 grani, divisi in gruppi di 7 e separati da 7 grani grossi, e termina con 3 grani piccoli.

Preghiera preparatoria:

O Gesù, Nostro Divin Crocifisso, inginocchiati ai Tuoi piedi, noi Ti offriamo le Lacrime di Colei, che Ti ha accompagnato sulla Via Dolorosa del Calvario, con amore così ardente e compassionevole. Esaudisci, o Buon Maestro, le nostre suppliche e le nostre domande per l’amore delle Lacrime della Tua Santissima Madre. Accordaci la grazia di comprendere gli insegnamenti dolorosi che ci danno le Lacrime di questa Buona Madre, affinché noi adempiamo sempre la Tua Santa Volontà sulla Terra e siamo giudicati degni di lodarTi e glorificarTi eternamente in Cielo. Amen.

Sui grani grossi (7):

O Gesù, ricordaTi delle Lacrime di Colei che Ti amato più di tutti sulla Terra, e che ora Ti ama nel modo più ardente in cielo.

Sui grani piccoli (7 x 7):

O Gesù, esaudisci le nostre suppliche e le nostre domande:per le Lacrime e i Dolori della Tua Santa Madre, offerti per noi.

Alla fine si ripete 3 volte:

O Gesù, ricordaTi delle Lacrime di Colei che Ti ha amato più di tutti sulla Terra.

Preghiera conclusiva:

O Maria, Madre dell’Amore, Madre di Dolore e di Misericordia, noi Ti domandiamo di unire le Tue preghiere alle nostre, affinché il Tuo Divin Figlio, al quale noi ci rivolgiamo con confidenza, in virtù delle Tue Lacrime, esaudisca le nostre suppliche e ci conceda, oltre le grazie che Gli domandiamo, la corona della gloria nell’eternità. Amen.

Supplica alla Madonna delle Lacrime

Madonna delle lacrime, abbiamo bisogno di Te: della luce che si irradia dai Tuoi occhi, del  conforto che emana dal Tuo cuore, della Pace di cui sei Regina. Fiduciosi ti affidiamo le nostre necessità: i nostri dolori perché Tu li lenisca, i nostri corpi perché Tu li guarisca, i nostri cuori perché Tu li converta, le nostre anime perché Tu le guidi a salvezza. Degnati, o Madre buona, di unire le Tue lacrime alle nostre affinché il Tuo Divin Figlio ci conceda la grazia…(esprimere) che con tanto ardore noi Ti chiediamo. O Madre d’Amore, di Dolore e di Misericordia, abbia pietà di noi. (+ Ettore Baranzini – Arcivescovo)

Preghiera alla Madonna delle Lacrime

O Madonna delle Lacrime guarda con materna bontà al dolore del mondo! Asciuga le lacrime dei sofferenti, dei dimenticati, dei disperati, delle vittime di ogni violenza. Ottieni a tutti lacrime di pentimento e di vita nuova, che aprano i cuori al dono rigenerante dell’amore di Dio. Ottieni a tutti lacrime di gioia dopo aver visto la profonda tenerezza del Tuo Cuore. Amen (Giovanni Paolo II)

 Novena alla Madonna delle Lacrime

Commosso dalle tue lacrime, o Madre di misericordia, io vengo oggi a prostrarmi ai tuoi piedi, fiducioso per le tante grazie da te elargite, a te vengo, o Madre di clemenza e di pietà, per aprirti il mio cuore, per versare nel tuo cuore di Madre tutte le mie pene, per unire alle tue sante lacrime tutte le mie lacrime; le lacrime del dolore dei miei peccati e le lacrime dei dolori che mi affliggono. Riguardale, o Madre cara, con volto benigno e con occhi misericordiosi e per l’amore che porti a Gesù ti prego di consolarmi ed esaudirmi. Per le tue sante ed innocenti lacrime impetrami dal tuo Figlio Divino il perdono dei miei peccati, una fede viva ed operosa ed anche la grazia che umilmente ti domando… O Madre mia e fiducia mia, nel tuo Cuore Immacolato e Addolorato io ripongo tutta la mia fiducia. Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, abbi pietà di me. Salve Regina…

O Madre di Gesù e Madre nostra pietosa, quante lacrime hai sparse, nel doloroso cammino della tua vita! Tu, che sei Madre, ben comprendi l’angoscia del mio cuore che mi spinge a ricorrere al tuo Cuore di Madre con confidenza di figlio, sebbene indegno delle tue misericordie. Il tuo Cuore ricco di misericordia ci ha aperto una novella fonte di grazia in questi tempi di tante miserie. Dal profondo della mia miseria a te grido, o Madre buona, a te ricorro, o Madre pietosa, e sul mio cuore in pena invoco il balsamo consolatore delle tue lacrime e delle tue grazie. Il tuo materno pianto mi fa sperare che tu benignamente mi esaudirai. Implorami da Gesù, o Cuore Addolorato, la fortezza con cui sopportasti le grandi pene della tua vita affinché io faccia sempre, anche nel dolore, la volontà del Padre. Ottenetemi, Madre, di crescere nella speranza e, se è conforme alla volontà di Dio, ottienimi, per le tue Immacolate Lacrime, la grazia che con tanta fede e con viva speranza umilmente domando… O Madonna delle Lacrime, vita, dolcezza, speranza mia, in te ripongo oggi e per sempre tutta la mia speranza. Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, abbi pietà di me. Salve Regina…

O Mediatrice di tutte le grazie, o salute degli infermi, o consolatrice degli afflitti, o soave e mesta Madonnina delle Lacrime, non lasciare il tuo figlio solo nella sua pena, ma qual Madre benigna vienimi sollecitamente incontro; aiutami, assistimi. Accogli i gemiti del mio cuore e asciuga pietosamente le lacrime che rigano il mio volto. Per le lacrime di pietà con cui accogliesti il tuo Figlio morto ai piedi della Croce nel tuo materno grembo, accogli anche me, povero figlio tuo, e ottienimi, con la grazia divina, di amare sempre più Dio e i fratelli. Per le tue preziose lacrime, ottienimi, o amabilissima Madonna delle Lacrime, anche la grazia che ardentemente desidero e con insistenza amorosa fiduciosamente ti chiedo… O Madonnina di Siracusa, Madre di amore e di dolore, al tuo Cuore Immacolato e Addolorato affido me stesso; accoglimi, custodiscimi e ottienimi la salvezza. Cuore Immacolato e Addolorato di Maria, abbi pietà di me. Salve Regina…

(Questa preghiera è da recitarsi per nove giorni consecutivi)

 

Altre preghiere rivelate dal Cielo

Preghiera al Preziosissimo Sangue (Rivelata da Nostro Signore, il 19 Novembre 2009)

Mario: Mentre invocavo la Discesa dello Spirito Santo, vedo una Croce di legno grezzo, dalla quale scendeva una Pioggia di Sangue Divino, che irrorava l’intera umanità, una grande folla; in seguito è apparso il mio Gesù vestito d’azzurro. Nostro Signore, Gesù Cristo, disse:

“Sono Io il Verbo Eterno del Padre. Ciò che vedi, per concessione divina, è il Mio Sangue offerto per l’umanità tutta. E’ il Sangue della Redenzione. Fu versato solo per amore e misericordia. BenediteLo sempre e così invocateLo a favore della guarigione del mondo malato:

O Sangue Divino, o Sangue Prezioso di Nostro Signore, liberaci da ogni male e donaci eterna luce, eterna pace, eterna guarigione. Amen”.

Preghiera ai Nobili Cuori di Gesù e Maria (Rivelata dalla Beata Madre, il 2 Ottobre 2009)

Mario: La Vergine Maria mi ha mostrato il Suo Cuore, attorniato da tre rose bianche, e mi ha detto:

“E’ il Cuore della Madre Universale. Esso ha solo saputo amare e perdonare. Sia d’esempio a tutti. Il Mio Cuore è unito a quello del Salvatore Gesù e desidera che così siano pregati:

O Gloriosi Cuori di Gesù e Maria, uniti nella carità trionfante del Padre, noi Vi amiamo e Vi lodiamo. Fate ardere nei nostri cuori la fiamma viva del santo Vostro amore. Amen”.

Preghiera allo Spirito Santo (Rivelata dalla Beata Madre, il 22 Luglio 2010)

Sono qui. Io sono la Sposa Immacolata dello Spirito Santo. Figlio Mio, lo Spirito è l’Autore della Vita. InvocaLo e così pregaLo. Lui ti darà i Suoi santi lumi e ti guiderà:

Vieni Eterno Spirito d’Amore, vieni Nostro Dolce Consolatore e spezza le catene del male, che portano gli uomini alla perdizione. Vieni come Fuoco Divino, che brucia l’empietà, la stoltezza, la falsità e diffondi su tutta la Terra assetata del Dio Vivente, la Tua luce di purezza e di carità. Metti sulle nostre labbra il Nome Glorioso di Cristo Gesù per benedirLo e testimoniarLo alle genti. Trasformaci in nuove creature, capaci d’amare e di perdonare. Purifica l’umanità del peccato.
Discendi su di noi come nel giorno di Pentecoste. Discendi su di noi per mezzo di Maria, Tua Sposa Immacolata e Pura, così proclameremo che solo in Dio c’è Vita e Salvezza. Amen”.

Chi pregherà ogni giorno queste Preghiere Rivelate dal Cielo (in Chiesa o privatamente), otterrà Grandi Grazie.